OLTRE LA MEMORIA

PIANO TRIENNALE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

a.s. 2017-18 Unità Formativa

OLTRE LA MEMORIA Contenuti storici, giuridici, filosofici per una didattica della Shoah nel 1° ciclo d'Istruzione

Locandina del Corso Oltre la memoria
Il percorso, in sintonia con il Piano per la Formazione dei docenti, è finalizzato a diffondere buone pratiche di didattica della Shoah a partire dal Primo Ciclo di Istruzione.  L'intento è quello di offrire ai partecipanti gli strumenti storici, giuridici e filosofici per poter costruire percorsi didattico-metodologici per la mobilitazione delle competenze di cittadinanza. La proposta formativa è frutto di un lavoro progettuale sinergico tra docenti del I ciclo di istruzione e docenti universitari che operano in contesti internazionali. L'obiettivo è quello di promuovere la cooperazione Scuola-Università Territorio al fine di costruire reti di comunità educanti e futuri cittadini educati fin da piccoli, attraverso la storia, alla cultura del rispetto reciproco.

OBIETTIVI
1. Conoscere i concetti chiave storici, giuridici e filosofici della Shoah.
2. Progettare percorsi didattico-metodologici e di Unità di competenze sulla Shoah.
3. Costruire ambienti di apprendimento interdisciplinari per lo sviluppo delle competenze sociali e civiche.
4. Approfondire e riflettere sulle buone prassi di didattica della Shoah sul territorio.
5. Implementare un curricolo verticale per competenze nella logica di una cittadinanza attiva diffusa.
MAPPATURA DELLE COMPETENZE
1. Dominare i concetti chiave storici, giuridici e filosofici della Shoah per proporli agli studenti in modo rigoroso, ma anche innovativo e motivante.
2. Essere in grado di pianificare percorsi didattico-metodologici e di Unità di competenze sulla Shoah con il coinvolgimento dell’interclasse, in armonia con il PTOF ile recenti direttive ministeriali per il raggiungimento, da parte degli studenti, di competenze di cittadinanza.
3. Essere in grado di implementare ambienti di apprendimento interdisciplinari che consentano di mobilitare le competenze sociali e civiche degli alunni all’interno di un compito autentico.
4. Essere in grado di collaborare con le diverse realtà del territorio (Università, Associazioni, Comuni…) per collocare il singolo compito autentico all’interno di un processo di costruzione di reti di comunità educanti e di diffusione di buone prassi.
5. Essere in grado di contribuire alla costruzione di un curricolo verticale di cittadinanza e dei relativi dispositivi valutativi.



VAI AL MODULO PER IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA'
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter